Recensione del Prof. Enrico Di Lorenzo clicca sopra per leggere

Prefazione di Roberto De Simone

OMAGGIO A POETI E SCRITTORI DI SOMMA VESUVIANA clicca sopra per leggere

Omaggio a poeti e scrittori

Alessandro Masulli.

Artista lirico: Baritono
Archivista libero professionista
info 081/8991015 – cellulare 333.6753914

Alessandro Masulli nasce a Somma Vesuviana nel 1968, coniugato con due figli, diplomato al Liceo Scientifico Evangelista Torricelli del suo paese, ha conseguito la licenza di canto lirico da privatista nel 1996 presso il Conservatorio di San Pietro a Maiella di Napoli e si è perfezionato in canto e interpretazione lirica alla Scuola del Maestro Carlo Di Giacomo a Roma in qualità di baritono. Ha conseguito, inoltre, la specializzazione in archivistica, paleografia e diplomatica, frequentando il corso universitario presso l’Archivio di Stato di Napoli. Durante il periodo militare a Lecce nel 1992 è stato tamburo maggiore della Banda Musicale della Scuola Truppe Corazzate. La sua prima esperienza artistica è al San Carlo di Napoli come figurante lirico-concertista, inizia poi a collaborare in seguito come artista del coro con importanti istituzioni musicali napoletane: Conservatorio di San Pietro a Majella e l’Associazione Musicale La Nuova Polifonia, diretta da Elsa Evangelista.

La Nuova Polifonia


Vincitore di tre selezioni consecutive indette dal Teatro dell’Opera di Roma come artista del coro, inizia la collaborazione nel dicembre del 1996 con la Fondazione nell’opera di G. Verdi Les Vepres Siciliennes (Maestro del coro, Marcello Seminara), segue nel 1998 un’interpretazione speciale nella parte del Gesuita nel Boris Goduonov di M. Mussorgsky.

Concerto per l’Europa alle Terme di Caracalla 2007

Nel 2011 chiude il suo rapporto di collaborazione con la fondazione romana e si dedica alla conduzione dell’attività familiare in qualità di socio imprenditore della Masulli 1927 srl, occupandosi contemporaneamente di archivistica e di canto lirico. Un caffè…con Alessandro Masulli di Daniela Spadaro da IL MEDIANO.IT clicca sopra per leggere
Ricercatore di storia patria, ha collaborato dal 1990 con la redazione della rivista Summana, studi e ricerche sul patrimonio etnico, storico e civile di Somma Vesuviana, e ha scritto due libri: Vincenzo Romaniello – Gloria della Musica Italiana con la prefazione del M° Vincenzo De Gregorio (già Direttore del Conservatorio di San Pietro a Majella) e Note Vesuviane – Viaggio tra Fanfare, Bande e Musicisti Sommesi con la prefazione del M° Roberto De Simone. Quest’ultimo libro ha ottenuto nel novembre del 2006 un vivo apprezzamento dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Le sue ricerche non hanno solamente dato un contributo eccezionale alla storia culturale del proprio paese, ma sono state utilizzate come ausilio dai giovani in procinto di laurearsi in varie discipline storiche e letterarie. Ha pubblicato, infatti, numerosi saggi, articoli su riviste specializzate (Summana, Radici e Futuro, Meridione, Fensern, Summae Civitas etc.), atti di convegni e così via.
Premio Franco Angrisano
Ha ottenuto premi e riconoscimenti nei vari campi della sua attività. Il 26 marzo 2011 il Circolo Armando Diaz di Ottaviano, in occasione del centenario del sodalizio, lo ha premiato con la seguente motivazione che nel segno di una luminosa tradizione tutela e tramanda nelle Arti nei Mestieri nelle Industrie i valori antichi delle antiche Terre tra il Vesuvio e la Campania Felice. Il 15 aprile 2011 gli viene concessa dall’Associazione Culturale da Turati a Saragat di Somma Vesuviana una targa al merito per il suo forte impegno nella ricerca storico-musicale.
Il 12 maggio 2013 a Napoli l’AICAST (Associazione Industrie commercio artigianato servizi e turismo) gli ha concesso il premio alla carriera e la medaglia d’argento a testimonianza dell’opera e dell’impegno professionale umano e sociale dimostrato nella sua pluriennale attività. Il 25 novembre 2012 ha partecipato a Sant’Anastasia alla rassegna Arte e Spettacolo – Premio Franco Angrisano – Corti e documentari sulla religiosità popolare, risultando vincitore con il documentario Venerdì dell’eternità. Il 28 dicembre 2013 è stato relatore a Pompei nel convegno organizzato dal Movimento Naturalista Italiano nella Sala Consiliare dal titolo Naturalismo Francese e il Verismo nella musica, insieme al M° Roberto De Simone, Padre Paolo Saturno e il Dott. Gabriele Nappi.
Ha collaborato con il Dr. Aurelio Cerciello e il Prof. Francesco Ragosta alla stesura del DVD dedicato ai Tesori Storici, Artistici e Religiosi di Somma Vesuviana nel gennaio del 2014. Il 21 Aprile 2017 presso il TIGEM (Telethon Institute of Genetics and Medicine) di Pozzuoli ottiene un riconoscimento per aver sostenuto in modo costante e assiduo la ricerca sulle malattie genetiche. Il 13 luglio 2018 un altro riconoscimento viene concesso dal Centro Vita e Comitato Palio per la sua generosità e sensibilità verso la Bella Terra di Somma. In ultimo il riconoscimento Hypatia concesso in occasione del Hypatia Festival 2018 svolto dal 8 al 12 dicembre 2018 a Napoli a cura dell’Associazione culturale Hypatiae Arte e Scienza.

stemma Masullo
E’ stato, inoltre, Presidente della Consulta (Commissione) Musicale Comunale Città di Somma Vesuviana dal 22 gennaio 2002 fino ad aprile 2014. Attraverso il suo impegno ha dato lustro e immagine alla sua Città, favorendo con numerose iniziative e progetti l’amore per la musica nelle nuove generazioni.
Con Decreto Sindacale n°23 in data 23 aprile 2015 è stato nominato membro della Commissione Comunale Toponomastica. Attualmente è membro dell’Accademia Vesuviana di tradizioni etnostoriche e, inoltre, dopo aver seguito nel 1994 e 1996 corsi di specializzazione per la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali della Chiesa presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose G.Duns Scoto di Nola, ha condotto numerosi studi sulla storia della Chiesa locale nel Mezzogiorno. Nel 2002 è stato chiamato a collaborare per le necessarie ricerche con l’accademia sopracitata nel Comitato Nazionale per la Documentazione etnostorica delle Confraternite d’Italia del XIX secolo, attivato dal Ministero per i Beni e Attività Culturali. Ha scritto, in collaborazione con gli scrittori Felice Marciano e Luigi Ambrosio, il libro intitolato Personalità che hanno onorato Somma Vesuviana – Mons. Raffaele Menzione (1920-2008).
Clicca qui e leggi la vita e le opere di Mons. Raffaele Menzione.

Mons. Raffaele Menzione

Membro dell’ ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana). Il 2 maggio 2006 è stato nominato, con Delibera di Giunta Municipale n°69, responsabile dell’Archivio Storico Comunale di Somma Vesuviana. Sotto la sua gestione, del tutto volontaria, ha ordinato il Fondo Librario Speciale, il Fondo Stato Civile, il Fondo Protocolli e il Fondo Manoscritti Liturgici dell’istituto, oltre alla pubblicazione degli Albi d’Oro cittadini delle due guerre mondiali. Ha collaborato con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) nella attività di ricerca finalizzata alla stesura del volume La Campania e la Grande Guerra – I monumenti ai caduti di Napoli e Provincia.. Ha curato, inoltre, il saggio Omaggio a poeti e scrittori di Somma Vesuviana, pubblicato in occasione della 403^ edizione della Fiera di San Gennaro Vesuviano 2016. Il 25 aprile 2018, in occasione della Festa della Liberazione, ha pubblicato l’opuscolo Resistenza e Libertà , dedicato ai partigiani sommesi.
Nel luglio 2018 arriva il saggio La Confraternita di Santa Maria della Neve scritto in occasione del 256^ anniversario del sodalizio, riscuotendo un grande successo di critica e di pubblico. Il libro, edito da L’arcaelarco, si è avvalso della prefazione del Vescovo di Nola, Mons. Francesco Marino.
Ha una forte passione e dedizione nel cuore per l’Arma dei Carabinieri, infatti dal 7 maggio 2009 è socio dell’Associazione Nazionale Carabinieri (tessera n°215268) della Sezione di Sant’Anastasia in provincia di Napoli. Infine è stato Presidente dei revisori dei conti, nonché operatore, della Protezione Civile Volontariato Mangusta, con cui ha collaborato attivamente fino al 2017. Attualmente è redattore della testata giornalistica online ilmediano.it. ARTICOLI SUL MEDIANO.IT clicca sopra e della rivista Cavaliere dell’Immacolata (rivista ufficiale della Milizia dell’Immacolata).
lettera-di-referenze
attestazione-fiera

Ciro Spadaro dai Diari di KOPANGHA/facebook 5 marzo 2017

Uno, due, forse tre scalini e sei nel bar ove il profumo dei dolci e l’odore del buon caffè ti accolgono. Una figura forte e decisa dirige il traffico del suo bar come un vigile esperto nel caos, sul suo volto serioso un sorriso accennato permanente. E’ il volto del fanciullino che è rimasto in lui, e che volutamente lui coltiva e protegge. Alessandro Masulli è un artista dentro e fuori, è presente nel presente ma quasi alieno alla sua dimensione, un caleidoscopio di dimensioni che gestisce con abilità, perché lui è artista anche quando è imprenditore. Traspare la sua arte come un frutto nascosto tra le fronde in autunno mosse dal vento e mentre ti osserva o lo osservi percepisci una nota, uno spartito, una diversita’ del suo essere e mentre te ne vai la sua figura resta in te proprio come un bel brano, proprio come una composizione musicale, proprio come una nota!!!

Giuseppe Vetromile, pubblicato martedì 3 gennaio 2017 su
http://taccuinoanastasiano.blogspot.it/

Una domenica mattina come tante, invernale ma tersa e con un sole che rincuora. Rincuora anche l’aroma di caffè e di paste appena sfornate che si avverte sulla soglia dello storico e rinomato Bar Pasticceria Masulli. Mi avvicino alla cassa e un simpaticissimo Alessandro Masulli mi dimostra la sua stima, ricambiata sinceramente, e squisita ospitalità offrendomi un caffè, dopo aver acquistato dei dolci veramente saporiti. Due chiacchiere sulle nostre rispettive attività culturali e poi Alessandro mi fa dono di un volumetto davvero originale e interessante, con la promessa che ne avrei parlato appena possibile. Lo faccio ora approfittando di un periodo di relativa calma.
Il volumetto, pubblicato nell’ambito delle manifestazioni della 403^esima. edizione della Fiera Vesuviana, si intitola Omaggio a poeti e scrittori di Somma Vesuviana ed è curato da Alessandro Masulli per conto dell’Archivio Storico Cittadino di Somma Vesuviana, e con il patrocinio del Comune di Somma. La pubblicazione è a cura dell’Associazione Vesuvian Book an Art di San Gennaro Vesuviano (sede dalla Fiera), Presidente Assunta Ammaturo.
Si tratta dunque, come esplicita lo stesso titolo del lavoro, di un vero e proprio omaggio a eminenti personaggi sommesi, che hanno contribuito nel recente passato con le loro opere e la loro attività, a dare lustro non solo alla loro cittadina, ma anche all’intera società italiana.
Parliamo di letterati come Gennaro Ammendola, Gino Auriemma, Giorgio Cocozza, Natale Pellegrino, Salvatore Sica, e di uomini di scienza, politici e storici come Alberto Angrisani, Gaetano Arfè, Raffaele D’Avino e Ciro Romano. Alessandro Masulli ne parla con dovizie di particolari, soffermandosi sui punti salienti della loro vita e della loro attività.
Una esauriente e dettagliata storia di Somma chiude il volumetto, che si presenta davvero piacevole da leggere, recuperando essenziali tratti di memoria della società sommese di questo ultimo secolo, a riferimento insostituibile per le nuove leve.

Il Sindaco Dr Vincenzo D'Avino, il M° Alessandro Masulli e il Prof. Antonio Aliperta


Il Vice Sindaco Dott.Francesco Giordano con il M° Alessandro Masulli con al centro il busto di bronzo in memoria di Monsignor Raffaele Menzione (1920-2008). Cimitero Comunale di Somma Vesuviana 25 giugno 2011

Il Venerdì dell’eternità: viaggio nei riti della Settimana Santa a Somma Vesuviana